mercoledì 19 settembre 2012

Semifreddo al limone e caramello

Non è l'incipit la parte più difficile.  
Non lo sono le chiuse, per cui serve un talento naturale o un po' di mestiere.
E nemmeno il plot, ché di storie belle è pieno il mondo.

La cosa difficile è mettere insieme i sensi di cui siamo capaci, e fare funzionare tutto.
Scrivere, anche quando è tardi e bruciano gli occhi.
Scrivere comunque, anche se per buttare giù una pagina ci vogliono delle ore.
Scrivere sempre, perché è questo che devi fare.

Poi fermarsi, proprio quando hai scoperto che scrivere ti viene così bene, e fare un po' di ordine.
Equilibrare il gioco di vuoti e pieni.
Dare respiro con le panoramiche per poi mozzarlo con le soggettive.
Evocare senza citare.
Tracciare percorsi paralleli e divergenti, luoghi della mente e strade del mondo.

E alla fine di tutto, sottrarre. 
Quasi sempre, come nella vita, sottrarre per non sbagliare.


Per il semifreddo:
6 uova 
500 ml panna fresca
300 gr zucchero
8 gr gelatina
2 limoni
un bicchierino di limoncello

Per il caramello:
zucchero
qualche goccia di succo di limone

Fare reidratare la gelatina in acqua fredda. Montare i tuorli con 200 gr di zucchero. Riscaldare il succo dei limoni e sciogliervi la gelatina. Montare separatamente la panna e gli albumi con lo zucchero rimasto. Unire il succo di limone e il limoncello ai tuorli, incorporare la meringa e per ultima la panna montata. Versare in un cerchio da pasticceria con i bordi rivestiti di acetato e fare freddare in freezer.
Dopo aver fatto un caramello biondo con lo zucchero e il succo di limone, farlo cadere a gocce su un foglio di silpat. 
Usare la gocce per decorare il semifreddo.

Assaporare tranquilli, dimenticandosi delle sottrazioni. 

5 commenti:

Enza ha detto...

Ciao..che bello questo semifreddo...e poi complimenti per come scrivi,sei bravissima...buona giornata *enza*

Ciboulette ha detto...

Mi ahi fatto sorridere ricordando che a scuola una mia compagna ogni volta durante compiti in classe di italiano mi passava il suo tema quasi finito, io dovevo leggerlo e farle "la chiusa" :-)

letizia ha detto...

Complimenti per il post, sei bravissima a scrivere!
Buono questo semifreddo, molto particolare!
Ciao

Agnese ha detto...

Sì, tu devi scrivere.
E lo dico perché scrivi bene, ma anche perché ti fa bene.
Il semifreddo è bellissimo, con quelle goccioline caramellate :)

Rosa Forino ha detto...

mmmhhh sembra squisita grazie per essere passata a trovarmi :-) a presto rosa.kreattiva