lunedì 3 dicembre 2012

Soufflé glacé al mandarino

Nudo è il mio respiro, qualche volta.

Quando il mio amore mi toglie il fiato, e lo sa fare così bene.
Quando digito forsennatamente alla ricerca di parole rotonde che tardano ad arrivare.
Quando il cielo è azzurro per merito nostro.
Quando i pensieri vanno veloci, insieme a tutto il resto.
Quando il soufflé è così bello che vorresti abbracciarlo, e ringraziare.
Quando il bisogno non fa più paura, ma diventa una docile resa.
Quando la resa non è più una sconfitta.

Quando mi fermo, chiudo gli occhi e, finalmente, respiro.



Per il semifreddo:
3 uova 
250 ml panna fresca
150 gr zucchero
4 gr gelatina
2 mandarini
1/2 bicchierino di liquore al mandarino

Per la copertura:
4 mandarini
90 gr zucchero
100 gr acqua

Fare reidratare la gelatina in acqua fredda. Montare i tuorli con 100 gr di zucchero. Spremere i mandarini e riscaldare una piccola parte del succo per sciogliervi la gelatina. Montare separatamente la panna e gli albumi con lo zucchero rimasto. Unire il succo restante e il liquore ai tuorli, incorporare la meringa e per ultima la panna montata. Versare in cocottine monoporzione con i bordi rivestiti di acetato e fare freddare in freezer.

Tagliare i mandarini in fette sottili, privarle dei semi e cuocerle a fuoco moderato con l'acqua e lo zucchero finché non diventano trasparenti. Asciugarle bene e poggiarne una fetta sopra ogni cocottina dopo aver rimosso la banda di acetato.

Mangiare vestiti di tutto, tranne che del respiro.

3 commenti:

Maria ha detto...

ciao Alessandra, questi tuoi souffle' sono una veraa delizia di piccola pasticceria bravissima.....ti auguro una dolce settimana

Alessandra ha detto...

Grazie mille.
Una dolcissima settimana anche a te.

Anonimo ha detto...

Thanks for the auspicious writeup. It in truth used to be a
enjoyment account it. Glance complicated to far delivered agreeable
from you! By the way, how can we communicate?


Here is my weblog after effects templates