domenica 10 marzo 2013

Shortbread

Piccoli momenti di meraviglia, questo è quello che sono.

Facciamo la pasta, mamma, e anche un doltzetto?
- Ma sì amore, facciamo quello che vuoi. È domenica, è il nostro giorno, e il lavoro oggi può aspettare.

Le mani a fondo nei ricci che, no, non sono ancora troppo lunghi.
Baci, e poi ancora baci, che se potessi non farei altro tutto il giorno.
E chiacchiere... che ci sei da così poco eppure mi sembra di non aver mai fatto altro nella mia vita che parlare con te.

Farina tra i capelli, e buonumore sulle dita.
Provo a dirti che sei bella, e a dirtelo in dialetto, perché in qualche assurdo modo risulta più vero, ma mi incarto tra labiali e dentali, non sono per niente credibile, neanche davanti a te, e finiamo per ridere tutt'e due.

Mi piacerebbe insegnarti la vita che conosco, quella che passa dalle figure retoriche e i compianti punti a capo.
Mi piacerebbe indicarti la strada, ma quella invece non la conosco, e toccherà cercarla da sola.
Mi piacerebbe insegnarti l'amore, sopra ogni cosa. 
Ma poi mi rassegno: non c'è storia.
Sei tu che lo insegni a me. 


130 gr burro morbido
60 gr zucchero
130 gr farina
60 gr farina di riso
1 pizzico di sale

Mescolare a lungo il burro con lo zucchero, fino a renderlo una crema morbida e spumosa, poi aggiungere i due tipi di farina e il sale. Disporre l'impasto in una teglia di 20 cm di diametro foderata di carta da forno, livellare con una spatola la superficie, quindi decorare lo shortbread infilando le dita dritte e verticali sul bordo, fare il segno di otto fette con la lama del coltello e disegnare due o tre cerchi concentrici facendo pressione con i rebbi di una forchetta. 
Fare riposare in frigorifero per un'ora, poi infornare a 160° per 35-40 minuti circa.
Appena uscito lo shortbread dal forno, spolverare di zucchero semolato e fare raffreddare.

Mangiare in un piccolo momento di meraviglia.

4 commenti:

Federica ha detto...

Mi hai fatto venire i lucciconi agli occhi! Un abbraccio grande

P.S. mi rubo un biscottino :D!

Manuela ha detto...

In fondo le nostre meraviglie ci sono sempre state...
La pagina più bella di questo blog, amica mia. Di certo la più vera.

Alessandra ha detto...

Rube pure Fede.
Biscottini e chiacchiere non sono mai abbastanza.
Un bacio

Alessandra ha detto...

Manu... le nostre meraviglie...
Quante potrei raccontarne, amica mia.
Grazie di essere rimasta sempre.